Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Ebook: guida rapida

ereading

CHE COS’È UN EBOOK?
Un ebook è un libro in formato digitale. Esistono vari tipi di file (formati) e vari lettori disponibili.

Quasi tutti gli ebook vengono pubblicati in due formati. Il primo è il formato ePub, un formato “libero” sviluppato dall’International Digital Publishing Forum (IDPF), un organismo internazionale non profit al quale collaborano università, centri di ricerca e società che lavorano in ambito sia informatico che editoriale (per maggiori info vedi qui). Può essere adottato da chiunque, e da qualsiasi editore, distributore, o produttore di lettori e-reader. La maggior parte dei negozi online italiani offre gli ebook in questo formato, in quasi tutti i casi con la protezione denominata DRM (Digital Rights Management) di Adobe (che non pochi lettori trovano problematica).

Il secondo formato si presenta con le estensioni mobi, PRC, AZW, AZW3 e AZW8, e quasi sempre non è un formato “libero” (l’unico è il mobi) ma “proprietario”, utilizzato da Amazon per gli e-reader della famiglia Kindle, che risultano tra i più venduti in Italia e nel mondo (vedi più sotto).

Ci sono poi altri sistemi proprietari, come quelli relativi agli store iBooks (Apple) o Play Books (Google).

PERCHÉ UN EBOOK?
Gli ebook si trovano in rete a distanza di un link e si possono avere in pochi secondi; con i lettori di ebook si hanno tutti i vantaggi di una biblioteca senza l’ingombro. Gli ebook si possono acquistare, prendere in prestito o ottenere gratuitamente su Internet da diversi siti e possono essere scaricati sul proprio lettore con pochi clic.

Gli ebook non pesano; gli ebook non vanno fuori produzione (esistono infinite ‘copie’); gli ebook comportano minori spese di produzione e distribuzione; gli ebook, quando gli editori sono onesti, costano molto molto meno dei libri cartacei.

Gli ebook consentono di fare cose che sarebbero impossibili con i libri cartacei: accedere sempre e in ogni luogo (anche via Internet) ai propri libri; effettuare ricerche approfondite e rapide interne al testo; consultare le statistiche delle proprie letture e quelle pubbliche degli altri lettori; inserire evidenze, commenti e annotazioni ad un testo di lettura; esportare il proprio repertorio di commenti e annotazioni in un unico file; sincronizzare evidenziazioni, commenti e annotazioni man mano che si legge un testo su diversi dispositivi (pc, notebook, tablet, smartphone); condividere evidenziazioni, commenti e annotazioni con altri lettori in appositi ambienti di social reading; sperimentare forme innovative di didattica centrate su attività condivise di lettura e commento di testi.

COME SI LEGGE UN EBOOK?
Un ebook può essere letto in diversi modi: qui indichiamo unicamente soluzioni gratuite (alcuni dei software qui elencati hanno anche una versione “pro” a pagamento). Va segnalato che servizi come Kindle e Google Play Books – che offrono la possibilità di caricare propri file, salvare online e sincronizzare su tutti i dispositivi di lettura le evidenziazioni e le annotazioni – prevedono principalmente l’acquisto dei libri all’interno dei rispettivi negozi online. Su Kindle si possono caricare testi nei formati doc, html, rtf, mobi, pdf, mentre su Google Play Books è possibile caricare epub e pdf.

LEGGERE CON TABLET e SMARTPHONE

smartphone-and-tablet

apple_logo dispositivi iOS (tutti i prodotti Apple come iPad, iPhone, iPod)

Su iOS è possibile leggere gli ebook con iBooks, con BlueFire Reader, con Marvin, o con NeoSoar eBooks.

android_logo dispositivi Android (tutti i tablet e smartphone con il sistema operativo di Google)

Su Android è possibile leggere gli ebook con MoonReader, Fabrik, Aldiko, Cool ReaderePub ReaderBlueFire Reader, FBReader.

kindle_logo dispositivi Kindle (vedi più sotto)


LEGGERE CON E-READER

ereader

Dispositivi di lettura dedicati, gli e-reader sono simili a piccoli tablet ma con schermi e tecnologia pensati quasi esclusivamente per la lettura. Tra gli e-reader più diffusi ci sono quelli della famiglia Kindle, quelli targati Kobo, quelli della Sony, della Samsung, etc. Un elenco con le caratteristiche dei più diffusi dispositivi sul mercato si trova a questo indirizzo.


LEGGERE CON PC e Mac

pc_mac

Su PC e Mac è possibile leggere ebook attraverso software come FBReader (Windows, Mac, Linux), Mobipocket (Windows), NeoSoar (Windows), iBooks (su Mac con OS Mavericks), Calibre (Windows, Mac, Linux: ottimo anche per la gestione di librerie e la conversione dei libri in vari formati). Uno dei lettori più diffusi è Adobe Digital Editions, ma si tratta di un software dall’interfaccia non proprio intuitiva. 

Gli ebook possono essere letti su PC e Mac anche direttamente nel browser che usiamo per navigare, attraverso estensioni facilmente installabili come ePub Reader o Lucifox per Mozilla Firefox e Readium, Simple EPUB Reader o MagicScroll per Chrome.

 

kindle-logo

Un discorso a parte merita il servizio di Amazon, per la specificità dell’offerta e la diffusione dei suoi prodotti. Chi compra libri tramite Amazon non compra ebook in formato epub (per discutibile scelta aziendale) ma ebook in formato proprietario chiuso. Il vantaggio di acquistare su Amazon è però la semplicità d’uso e la vasta disponibilità di libri e servizi di archiviazione e sincronizzazione.

Si può scegliere di acquistare un e-reader (dedicato alle attività di lettura) o un tablet (dispositivo multimediale polifunzionale) della famiglia Kindle, pensati per essere perfettamente integrati con i servizi Amazon, oppure si può scegliere di leggere i libri acquistati su Amazon attraverso diverse applicazioni di lettura Kindle gratuite – nelle versioni per Windows, Mac OS X, iPad-Phone e Android. Esiste anche un Cloud Reader che consente di accedere ai propri testi attraverso il browser che usiamo per navigare.

5 commenti su “Ebook: guida rapida

  1. Pingback: Tutti editori? Noi ci siamo | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

  2. Pingback: Ma cos’è un eBook? | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

  3. Pingback: Creare eBook con Wikipedia (a scuola) | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

  4. Pingback: Dentro e attorno l’eBook | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

  5. Pingback: Un e-book si può chiamare libro? Per farsi capire, dico | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: