Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Facciamo un SalTO!

di Valentina Pescatore
(Un salTo d’inizio: I puntata)

Un’idea luminosa, con un pizzico di follia”.

Il poeta Josif  Brodskij si servì di questa immagine per descrivere il Salone Internazionale del Libro di Torino, in occasione della sua prima apertura. Accadeva trent’anni fa: un mondo che guarda a testa in giù quello di oggi, dove si possono consultare e acquistare libri con l’unica, lieve pressione di un click. L’interrogativo che sembrava aleggiare in questo Salone Internazionale del Libro 2017 era proprio questo: in un mondo che sta correndo a precipizio, dove la tecnologia ci invade con la sua forza pervasiva, è ancora possibile subire il fascino di un libro?

Appena superato il metal detector – altra novità rispetto a trent’anni fa: siamo immersi in quella che Bauman ha efficacemente definito come “l’industria della paura”-  la prima cosa che colpiva erano le scolaresche presenti: bambini colorati, attenti, eccitati quasi ovunque. La loro presenza faceva eco alla domanda di sopra: per queste nuove generazioni è ancora possibile rimanere avvinti in sentieri di parole? I nostri figli, ma soprattutto nipoti, pronipoti e così via, saranno capaci di seguire Don Chisciotte nelle sue mirabolanti avventure, perdonare Anna Karenina per la passione che finisce per consumarla e spegnerla come candela stanca, intuire un sussurro di risate tra le stelle dopo aver letto il Piccolo Principe?

Il talento del Salone è nell’aver raccolto la sfida, offrendo un evento anche a misura di bambino: un’intera area dedicata alla Rai che ha messo a disposizione dei più piccoli microfoni e sale di registrazione, laboratori per gestire le paure attraverso semplici esercizi di yoga, progetti di narrativa disegnata, riconoscimento delle emozioni. 

L’evento non era appannaggio esclusivo di libri e silenzi, ma c’era spazio per sollevare voci, ascoltare a vicenda le storie degli altri e un gruppo di scrittori e scrittrici – divenuto ormai celebre col nome di “Piccoli Maestri”- ha cercato di contagiare i più piccoli con l’amore per la lettura, come fa da tempo e gratuitamente nelle scuole primarie italiane. Filo conduttore di ogni evento il tema principe: Oltre ogni confine; quello politico, innanzitutto, che tanto risplende nella retorica e nella demagogia dei nostri giorni, quello tra mondo di carta e frontiera digitale, quello tra una generazione e la successiva e si potrebbero fare altri innumerevoli esempi, perché i nostri corpi e le nostre intelligenze si muovono sempre entro limiti stabiliti e il compito dei libri è solleticare la necessità di un SalTo poco più oltre.

Se davvero, poi,  scoccherà l’inter-esse (etimologicamente ricorda proprio qualcosa che tange così profondamente da mettersi in mezzo al nostro essere) di fare un SalTO, nella prossima puntata ci saranno voci e testimonianze dirette di questo Salone!

Questa è stata solo un’introduzione ad un viaggio intrapreso in un luogo di condivisione e di incontro, una festa della cultura (tutta) dal respiro ampio come vento, perché il Salone non si è posto come un Tempio irraggiungibile alla strenua difesa dell’ultima carta stampata.

Annunci

Informazioni su ornellamartini

Vivo e lavoro tra città e campagna: Roma e Rieti. Insegno all'Università e cucino al Fienile di Orazio. Lavoro la creta, leggo, organizzo attività educative all'insegna dell'emozione per bambini e ragazzi. Adoro stare là da noi in campagna, ascoltare l'Opera, chiacchierare con mio marito e mia figlia. E poi mi piace fare e comprare bigiotteria creativa, camminare, andare a cavallo e tante altre cose che non c'è bisogno di dire tutte qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il nostro sito ufficiale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: