Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Diseducati alla scuola

di Roberto Maragliano

La mala educación: con questo titolo, che riecheggia l’Almodovar del 2004, compare su il Foglio di oggi un lungo articolo di Antonio Gurrado.

Si può essere d’accordo o no con l’analisi lì proposta, con la messa in evidenza di quel ‘tiro alla delegittimazione’ che sembrerebbe caratterizzare non da poco tempo la cultura scolastica nazionale, soprattutto quando deve misurarsi con le responsabilità dei politici. Ed è certo che molti non condivideranno la sottolineatura in positivo degli elementi di cambiamento presenti nella Buona scuola e che oggi sono a rischio di revisione o annullamento.

escuelas-pias-alella-1

Ma, indubbiamente, sono argomenti, quelli proposti dal neoprof. Antonio Gurrado, meritevoli di confronto e discussione, indipendentemente dal giudizio (ma non dal pregiudizio) che si possa avere sulla testata che li ospita. Personalmente in anni non sospetti parlai di ‘scuola dei no’, e chiamai a conferma delle profonde radici di tali atteggiamenti figure come Cervantes, Flaubert e Sterne. Riprendere queste tematiche del cambiamento scolastico e delle sue difficoltà in una prospettiva più ampia di quella consueta mi sembra dunque che non possa non essere doveroso, oltre che salutare.

E dunque, contravvenendo un po’ alle regole del retto comportamento editoriale mi sono deciso a proporre qui l’intero articolo di Gurrado. E invito tutti a sviluppare una discussione sul merito di questa nostra comune diseducazione a parlare di scuola avendo consapevolezza dei suoi di scuola (e dei nostri di ‘addetti’) antichi problemi. Chi vorrà farlo potrà intervenire qui sul blog o nelle pagine Facebook del Laboratorio e mia.

Il testo di Gurrado è reperibile qui

Annunci

Informazioni su Roberto Maragliano

Il Piccolo dizionario delle tecnologie audiovisive, scritto assieme a Benedetto Vertecchi, è del 1974. Da allora non ho smesso di occuparmi di quelle cose. Da persona che sta dentro il rapporto tra formazione e media, non sono le tecnologie che mi preoccupano, ma gli atteggiamenti superficiali di tanti nei confronti delle tecnologie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 gennaio 2017 da in Uncategorized con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: