Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

A volte, per fortuna, ritornano

9788804659082-piccoli-brividi.-la-storia.-con-8-pagine-a-colori-tratte-dal-film

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Ornella Martini
La notizia è

FINALMENTE! ERA ORA!

PICCOLI BRIVIDI” È TORNATA!

Dal 19 gennaio 2016 sono di nuovo in libreria i volumi della collana –  de paura – super-fortunata Piccoli Brividi, versione italiana dell’originaria “Goosebumps”, ideata negli Stati Uniti da Robert Lawrence Stine nel 1992. Primo titolo pubblicato dalla casa editrice Parachute Press, fondata per l’occasione da Stine e consorte, fu La casa della morte. In Italia la collana arrivò nel 1994 e, come in tutto il mondo, fu un trionfo.
Qualche numero per dare l’idea del fenomeno pensato per i ragazzini a partire dagli 11 anni circa (fonte: Tuttilibri de “La Stampa”, 16 gennaio 2016).

400 milioni di copie vendute, 10 di queste in Italia

62 titoli

32 le lingue nelle quali sono stati tradotti

il ritorno con un film, Goosebumps, appunto

e un libro Piccoli brividi. La storia, che lo presenta anche in Italia

 Nel 2016 sono previste 15 uscite divise in gruppi di 3

Le copertine sono state tutte ridisegnate e le traduzioni aggiornate,  tutto per renderle adatte al linguaggio e all’immaginario dei ragazzini di oggi. Resta, e quello è l’importante, il piacere senza limiti per le storie di paura, condite con un po’ di ironia e umorismo a stemperare la tensione.
Ho giocato col telefono mobile a fare riprese audiovisive fai-da-te  per dire la mia sulle ragioni di questa fascinazione e l’importanza delle storie come laboratori di proiezione e elaborazione delle paure. Questo nel primo frammento. Nel secondo ho detto qualcosa sull’attrazione insopprimibile per la dimensione mostruosa e paurosa di ciascuno di noi dentro e fuori.

Primo frammento – Paure indispensabili

Secondo frammento – Mostri affascinanti

Informazioni su ornellamartini

Vivo e lavoro tra città e campagna: Roma e Rieti. Insegno all'Università e cucino al Fienile di Orazio. Lavoro la creta, leggo, organizzo attività educative all'insegna dell'emozione per bambini e ragazzi. Adoro stare là da noi in campagna, ascoltare l'Opera, chiacchierare con mio marito e mia figlia. E poi mi piace fare e comprare bigiotteria creativa, camminare, andare a cavallo e tante altre cose che non c'è bisogno di dire tutte qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 marzo 2016 da in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , , , .

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: