Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Questi e quelli che

di Roberto Maragliano

Dunque, sarebbero questi gli sdraiati di cui raccontò, dall’alto della sua amaca, Michele Serra? O meglio, sono questi i fratelli maggiori degli sdraiati, maggiori in età ma non meno bersagliati di quelli dalla sorte, per esempio di avere certi padri e, attorno, un certo tipo di società? Adolescenti bamboccioni e sdraiati da una parte e, ahimè dalla stessa parte “quelli che il 2000”? Non si può dire che il comune sentire nei confronti del giovane (si è giovani fino a trent’anni e oltre, ormai) sia intessuto di disponibilità e generosità, qui da noi: del resto, il “libro” (?) di Serra è stato tra i più venduti per non poche settimane e dubito che sia andato a ruba tra i non attempati, i quali, è risaputo, distratti come sono dal luccichio dei diabolici aggeggi, non leggono.

Ma poi, “sdraiati” perché? Nel senso che non si muovono e vivono a sbafo o nel senso che stando rasoterra vedono diverso e intercettano cose che dall’alto non è dato cogliere?

Le vie sono due. La prima riflette le angustie di una società, la nostra, vecchia non solo e non tanto in termini di età quanto e soprattutto per come pensa e si pensa (ammesso che lo faccia). A dare ascolto a certi esercizi di pedagogia spontanea (quanti se ne trovano sui giornali e in tv, le volte che si parla di giovani) sembra non esserci alternativa.

quelli cheMa c’è pure l’altra via.

Che dire dunque di giovani che parlano di giovani, fornendo autoritratti fuori delle righe? Provatevi a vedere, tutte di seguito, le cinque puntate di questa serie (“Quelli che il 2000”, appunto) realizzata da una minuscola pattuglia con un minuscolo budget. E poi chiedetevi: chi è sdraiato?

Prima puntata L’UNIVERSITA’ e IL LAVORO
Seconda puntata INTERNET e i limiti del MONDO FISICO
Terza puntata La SCUOLA
Quarta puntata La CASA
Quinta puntata BOOK in BIKE

Informazioni su Roberto Maragliano

Il Piccolo dizionario delle tecnologie audiovisive, scritto assieme a Benedetto Vertecchi, è del 1974. Da allora non ho smesso di occuparmi di quelle cose. Da persona che sta dentro il rapporto tra formazione e media, non sono le tecnologie che mi preoccupano, ma gli atteggiamenti superficiali di tanti nei confronti delle tecnologie.

Un commento su “Questi e quelli che

  1. soudaz
    26 marzo 2015

    L’ha ribloggato su Il Blog di Tino Soudaz 2.0 ( un pochino)e ha commentato:
    Interessante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: