Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Post hit! Il nuovo Cluetrain Manifesto, Il progetto Genius, I social media descritti da un adolescente

weinberger

Una nuova versione del Cluetrain Manifesto

Se nutri interesse per la rete e le sue dinamiche avrai avuto occasione di conoscere le idee del Cluetrain Manifesto scritto nel 1999 da Rick Levine, Christopher Locke, Doc Searls e David Weinberger. Un documento organizzato in 95 tesi che sintetizzò l’entusiasmo crescente dell’epoca attorno internet. Sono passati all’incirca quindici anni ed ecco una nuova ed aggiornata versione del Cluetrain Manifesto, questa volta scritta da Searl e Weinberger. È proprio Weinberger con un suo articolo ad introdurre quei nuovi elementi utili a comprendere le caratteristiche e le dimensioni della rete attuale. Se l’infrastruttura è la stessa, cambiano gli attori che ne fanno parte. Facebook e NSA, scrive Weinberger, sono due degli attori che hanno contribuito a ridimensionare l’entusiasmo di chi nel 1999 descriveva i cambiamenti messi in atto dalla rete. Ma questa nuova versione del Cluetrain Manifesto non è una raccolta dei problemi dell’internet attuale, bensì un documento orientato ad indicare due validi motivi per attribuire alla rete un ruolo fondamentale per tutti. Leggi il post!

Genius, il sito per annotare i testi

Chi possiede una certa dimistichezza con gli eBook avrà avuto occasione di conoscere e probabilmente utilizzare il sistema di annotazione dei testi in lettura. È una pratica molto semplice: si seleziona una parte del testo e si aggiunge una nota. Immaginate però l’opportunità di far annotare quello stesso testo non da un solo utente, ma da tutta la rete. Il progetto Genius fa questo, consente a tutti gli utenti di poter commentare qualsiasi parte di un testo pubblicato sulla propria piattaforma. Nato e diffuso attorno i testi delle canzoni, Genius sta provando ad aprirsi a nuovi utilizzi. Leggi il post!

I social network descritti da un adolescente

Di adolescenti e social media se n’è parlato e se ne parla ancora moltissimo. Sono tanti gli studi, le analisi e le ricerche a riguardo. Ma non è così frequente conoscere il parere degli stessi adolescenti sugli usi e consumi dei social network. Ecco allora un interessante post di Andrew Watts, diciannovenne americano, che racconta il suo rapporto (e quello dei suoi coetanei) con diversi social media e del perché, ad esempio, Facebook per gli adolescenti rappresenta “una imbarazzante cena di famiglia che non possiamo evitare”. Leggi il post!

Annunci

Un commento su “Post hit! Il nuovo Cluetrain Manifesto, Il progetto Genius, I social media descritti da un adolescente

  1. pevi56
    19 gennaio 2015

    L’ha ribloggato su chiacchiere pedagogichee ha commentato:
    …sedici anni dopo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il nostro sito ufficiale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: