Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Berlinguer (Luigi) in questione

di Roberto Maragliano

Giunge ben a proposito il saggio di Claudia Mancina dedicato alla questione Berlinguer (Enrico). Per un verso rompe l’incanto veltronian-agiografico della ricorrenza portando l’analisi su quello che dovrebbe essere il suo più specifico terreno, la politica. Per un altro verso aiuta a capire meglio dove siamo, tutti noi, e non solo quelli che hanno creduto o ceduto alle lusinghe della celebrazione. Sì, perché la questione Berlinguer è ancora aperta: per una qualche parte, ci stiamo ancora dentro.

BerlinguerLa tesi è lucida e spietata: il progetto Berlinguer è fallito, sia per la sua prima fase (il compromesso storico), sia per la sua seconda (gli equilibri più avanzati); ed è fallito non tanto perché ha incontrato resistenze ed ostacoli esterni, che comunque non sono mancati e sono stati corposi, ma soprattutto per via della sua intrinseca debolezza di analisi, che gli ha impedito di prendere atto di come già era cambiato il paese, sul piano della composizione sociale ed economica, ma anche sul terreno della cultura vissuta e praticata e di come altre forze, più capaci di intercettare, nel male come nel bene, alcuni di questi elementi, si ponessero ormai su un’altra lunghezza d’onda, apertamente in distonia con la deriva moralistica di certi discorsi berlingueriani sull’austerità e l’anticonsumismo.Vero è che queste altre forze politiche erano destinate di lì a breve a scomparire, ma è altrettanto vero che la sopravvivenza forzata del PCI e le molte metamorfosi che ha subito nell’ultimo quarto di secolo potrebbero, anzi dovrebbero essere interpretate come un’anomalia che su di tutti ha finito col pesare. Forse da quella anomalia stiamo faticosamente uscendo, se si considera che la stagione renziana, appena inaugurata, sembra portarsi dietro quasi nulla di quella eredità, nemmeno la galleria dei santini.

Dico subito che sono pienamente d’accordo con la tesi di Claudia Mancina, anche per ragioni strettamente personali, avendo vissuto assieme a lei una parte significativa di quegli anni.

Piuttosto, mi sembra utile, considerando la collocazione di questo blog, ampliare il discorso e coinvolgervi l’altro Berlinguer, Luigi, che fu ministro della scuola e dell’università nella seconda metà degli anni Novanta. Più volte m’è capitato di notare che il comparto scolastico, forse per il fatto di far convivere generazioni così diverse, è raramente in sintonia con quel che capita al di fuori di esso, nella società. O vive nel passato o anticipa il futuro. Sarebbe il caso, io credo, di sviluppare un’analisi altrettanto lucida del significato dell’esperienza di Luigi Berlinguer, senza nasconderci (come invece tanti fanno) che anch’essa è platealmente fallita, sedici anni dopo. Ed è fallita, io credo, proprio in ragione di quella che allora ci sembrò la sua dote migliore, il fatto di puntare ad una “riforma di struttura” e di farlo all’interno di un “cantiere aperto”, e che invece, strada facendo, è andata configurandosi come un vizio di analisi delle forze in campo, a cominciare da quelle interne: non va dimenticato che Berlinguer (Luigi) e il suo progetto vennero abbattuti dal fuoco amico.

Se ci impegnassimo a porre seriamente in questione quell’esperienza e le sue matrici ideologiche (ma anche le ragioni per cui fino ad oggi non se n’è parlato), potremmo guardare al presente e al futuro con occhi più disincantati.

Informazioni su Roberto Maragliano

Il Piccolo dizionario delle tecnologie audiovisive, scritto assieme a Benedetto Vertecchi, è del 1974. Da allora non ho smesso di occuparmi di quelle cose. Da persona che sta dentro il rapporto tra formazione e media, non sono le tecnologie che mi preoccupano, ma gli atteggiamenti superficiali di tanti nei confronti delle tecnologie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 luglio 2014 da in Uncategorized con tag , , , , , , , .

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: