Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Fumetti e educazione informale, le storie della piccola Clarabella

di Andrea Patassini

Un mondo così articolato come quello che propone ogni settimana Topolino lascia sempre e comunque margini di spazio per sviluppare o approfondire i tanti personaggi che lo animano. Una vera e propria stratificazione di storie fatta da decenni di pubblicazioni, dove i personaggi nel corso degli anni hanno assunto atteggiamenti e caratteristiche differenti, Topolino rappresenta uno spazio narrativo incredibilmente profondo e ricco di sfumature. Tra gli aspetti più interessanti per un appassionato di fumetti c’è quello di osservare, e spesso apprezzare, gli approcci degli sceneggiatori e disegnatori ai personaggi che abitano le pagine del settimanale. Blasco Pisapia è uno di questi. Nato in Irpinia e cresciuto a Napoli, Pisapia laureato in architettura decide però di dedicarsi al fumetto e inizia una lunga e importante collaborazione con Disney disegnando e scrivendo vicende di paperi e topi.

blasco_pisapia_pluto

Storyboard realizzato da Blasco Pisapia per la preparazione della storia dedicata a Pluto e all’autunno

Sono tante le storie che Pisapia ha regalato ai lettori nel corso degli anni. Un esempio recente che merita anche la sola segnalazione è la storia pubblicata nel novembre 2013 dedicata a Pluto. Una storie tecnicamente detta riempitiva, ovvero con una trama breve, Pisapia rende una semplice passeggiata autunnale di Pluto in una piccola avventura mettendo in fila una serie di gag divertenti che fanno a meno della parola e lasciano piena espressività al disegno. Una sorta di esercizio che ricorda i cortometraggi animati Silly Symphony prodotti dalla Disney negli anni ‘30. Recentemente Blasco Pisapia ha lavorato alla caratterizzazione e alla produzione di tre interessantissime storie dedicate all’infanzia di Clarabella, personaggio non sempre sotto i riflettori degli autori Disney. Si tratta delle storie Clarabella e l’eccentrica Zia Nena (n. 3049), Clarabella, Zia Nena e il blocco creativo (n. 3050), Clarabella, Zia Nena e lo scatto decisivo (n. 3051). Come accennato in apertura, l’universo di Topolino consente di modulare e approfondire storie, caratteri e relazioni dei personaggi. Il lavoro realizzato attorno l’infanzia di Clarabella è raccontato (per adesso) in tre vicende divertenti e ricche di spunti di riflessione. Punto di riferimento è Zia Nena, personaggio che fa il suo esordio su Topolino, nato dalla fantasia e dalle matite di Pisapia.

clarabella_pisapia_3

La piccola Clarabella si ritrova a lasciare la campagna e un clima familiare che, seppur ricco di affetto e attenzioni, appare rigido e poco aperto al mondo. Eccola allora ospite a casa della zia, nella grande città. Il carattere e gli atteggiamenti della Zia Nena determinano l’andamento delle storie e provocano una vera e propria frizione con il comportamento assunto fino a quel momento da Clarabella. Zia Nena dimostra il suo carattere aperto, creativo decisamente naif e guida la piccola a far muovere le sue idee, pensieri ed abilità in modo più libero. Le tre storie pubblicate su Topolino si caratterizzano per uno stile grafico che mostra tutta la bravura di Pisapia come disegnatore e allo stesso tempo fanno emergere l’interessante rapporto educativo tra Clarabella e Zia Nena.

clarabella_pisapia_4

Una relazione tutta al femminile tra una donna all’apparenza strampalata e una bambina orientata a cononscere e ad imparare. Le storie di Zia Nena e Clarabella sono un continuo giocare tra le dimensioni non scolastiche e informali dell’educazione, le vicende raccontate si trasformano in una divertente critica alla presunzione di un’educazione incentrata sul rigore e sulla serietà, sulla totale assenza di creatività e divertimento.

auntiemame1

Un fotogramma tratto dal film Auntie Mame del 1958, adattamento cinematografico del romanzo di Patrick Dennis

Zia Nena con il suo fare buffo scrolla di dosso la rigidità di Clarabella, lo fa in modo giocoso e con un bel po’ di risate. Come da tradizione sulle pagine di Topolino, anche in questo caso le vicende di Zia Nena sono il frutto di una pregevole rivisitazione in chiave fumettistica di opere letterarie. Il personaggio creato da Blasco Pisapia è una reinterpretazione di Zia Mame, protagonista dei divertenti romanzi scritti da Patrick Dennis, un successo editoriale negli Stati Uniti degli anni Cinquanta. In Italia fanno apparizione due pubblicazioni dedicate ai romanzi di Dennis, una nel 1958 grazie a Bompiani, la seconda negli anni Settanta ad opera di Garzanti. Dopo molti anni di silenzio nel 2009 Adelphi decide di pubblicare nuovamente Zia Meme che si attesta nelle classifiche di vendita per molte settimane. Una riscoperta per i lettori italiani e probabilmente anche per Pisapia sulla quale ha costruito un notevole filone.

Lo storyboard di Pluto e una passeggiata spinosa è tratto dal blog di Blasco Pisapia
La tavole iniziali di Clarabella e Zia Nena e l’immagine di copertina sono tratte da Topolino

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

3 commenti su “Fumetti e educazione informale, le storie della piccola Clarabella

  1. Anna Teresa Fiori
    11 giugno 2015

    Complimenti Andrea, bellissimo articolo!! Ne condivido ogni parola!!
    Amo molto le storie di zia Nena e mi sento molto simile a lei. Anche i miei alunni lo hanno detto (“la maestra Anna Teresa e zia Nena si assomigliano molto ma solo di carattere perché zia Nena è alta e magra.”). Abbiamo lo stesso entusiasmo.🙂

  2. Pingback: Io e il Topo | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

  3. Pingback: La forza delle parodie Disney | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 giugno 2014 da in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , .

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: