Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Su eBook, editoria, e-learning e tante altre cose

di Roberto Maragliano

Qualche tempo fa la prof.ssa Rita Bortone mi ha inviato una lunga serie domande per conto della rivista Scuola e Amministrazione (“Mensile di cultura e informazione per ds, dsga e docenti”, come recita la testata).
L’intervista è stata pubblicata sul fascicolo di marzo 2014.
Così  andate al sito del periodico, la cui Direzione ringrazio per aver autorizzato la presente pubblicazione

Qui di seguito trovate l’inizio. Se vi interessa, cliccando alla fine trovate il testo integrale.

1. Professore, è recentissima la disponibilità in rete del suo “Adottare l’e-learning a scuola”: perché la scelta di questa modalità di pubblicazione?
Per quasi quarant’anni ho pubblicato libri cartacei, interessandomi anche di produzione editoriale in campo universitario e scolastico. Da due anni sto sperimentando la produzione di libri digitali (i cosiddetti eBook). Essenzialmente per due ragioni: perché constato che il digitale si è fortemente imposto in pressoché tutti i settori della produzione/riproduzione di conoscenza (solo per fare due esempi eclatanti, il settore musicale e quello cinematografico) e dunque, approssimandosi la ‘resa’ al digitale delle tradizionali abitudini di realizzazione e d’uso del libro, ritengo sia necessario attrezzarsi, culturalmente e materialmente, al cambiamento; perché giudico profondamente errato, e addirittura delittuoso che la scuola e l’università siano tenute al riparo di questa trasformazione, al contrario dovrebbero porsi all’avanguardia, per dare adeguati strumenti di consapevolezza ai giovani che dell’universo digitale conoscono e usano soprattutto la superficie. E dato che mi sento predisposto a provare più attrazione per l’avventura del fare che non per la tranquillità del confrontare opinioni improvvisate o, peggio, dell’osservare fenomeni secondo criteri che si presumono ”oggettivi” (ma che il più delle volte mi appaiono ambigui, o addirittura falsi), bene: per questa mia disposizione mi impegno a fare. Non pretendo di fare bene. Lo ripeto, mi impegno a fare, a provare. E metto gli altri nelle condizioni di vedere tranquillamente i risultati di questo mio personale agire. Perché dico “tranquillamente”? 

Il testo integrale dell’intervista sta qui

Informazioni su Roberto Maragliano

Il Piccolo dizionario delle tecnologie audiovisive, scritto assieme a Benedetto Vertecchi, è del 1974. Da allora non ho smesso di occuparmi di quelle cose. Da persona che sta dentro il rapporto tra formazione e media, non sono le tecnologie che mi preoccupano, ma gli atteggiamenti superficiali di tanti nei confronti delle tecnologie.

3 commenti su “Su eBook, editoria, e-learning e tante altre cose

  1. soudaz
    22 marzo 2014
  2. ippolitagallo
    25 marzo 2014

    L’ha ribloggato su RI-MEDIARE LA SCUOLA.

  3. Pingback: Su eBook, editoria, e-learning e tante altre cose « RI-MEDIARE LA SCUOLA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: