Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

Post hit! Coder Dojo a Cagliari, Stampanti 3D a scuola, Torna il Diario del cattivo papà

Dojo1

Coder Dojo, l’esperienza cagliaritana

Merita attenzione il fermento che si registra attorno le iniziative promosse da Coder Dojo, palestra di programmazione per ragazzi ideata nel 2011 da James Wehlton e Bill Liao che adotta uno strumento Scratch (ne abbiamo parlato sul blog qualche tempo fa). Merita attenzione perché ogni iniziativa proposta in giro per l’Italia suscita interesse tra i ragazzi e i genitori (vi avevamo già segnalato l’esperienza romana da tempo avviata). Così pochi giorni fa è stato il turno di Cagliari che ha visto ben 30 ragazzi tra gli 11 e i 13 anni conoscere Scratch e provare a realizzare il proprio videogame. Il successo dell’iniziativa è un dato costante in ogni Coder Dojo, i ragazzi scoprono la programmazione attraverso un’esperienza ludica in un ambiente divertente. Da segnalare, nell’iniziativa cagliaritana, anche il seminario “Ragazzi e apprendimento informale mediante BYOD e social” proposto ai genitori che ha visto coinvolta Anna Rita Vizzari, insegnante presso la scuola media di Sestu impegnata a descrivere, assieme a tre studentesse coinvolte, la didattica adottata attraverso l’utilizzo di tecnologie. Leggi il post!

Nord Est e stampanti 3D

Iniziativa interessante quella che vede diverse scuole superiori dislocate nelle regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige, con il supporto della Fondazione Nord Est, accogliere nelle loro aule stampanti 3D destinate ad integrarsi con la didattica. È il progetto pilota “Un FabLab in tutte le scuole”: istituti tecnici ma anche un liceo classico e artistico pronti a sperimentare questi strumenti. Per ogni scuola è prevista un’integrazione della tecnologia offerta dalle stampanti 3D basata sugli argomenti che le scuole vorranno affrontare. Leggi il post!

Torna il Diario del cattivo papà

Ne avevamo già parlato tempo fa sul nostro blog e dopo aver letto il primo volume aspettavamo con trepidazione il seguito, si tratta del libro a fumetti Diaro del cattivo papà dell’autore canadese Guy Delisle che a breve Rizzoli Lizard pubblicherà. Delilse affronta con intelligenza e tagliente ironia tematiche per nulla banali come quelle dell’educazione e del ruolo paterno. In anteprima sono disponibili le prime pagine del secondo volume. Leggi il post!

Immagine di Open Campus

Un commento su “Post hit! Coder Dojo a Cagliari, Stampanti 3D a scuola, Torna il Diario del cattivo papà

  1. Pingback: Scratch, arte e scienze al RomeCup 2014 (con studenti entusiasti) | Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 marzo 2014 da in Post hit! con tag , , , , , , , , , , , , , , .

La nostra pagina Facebook

Il nostro sito ufficiale

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: